Tu sei qui

Bonus Sociale Idrico 2018 per le famiglie in condizioni di disagio, richiesta a partire dal 1° luglio 2018

L’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente) ha definito le modalità applicative del bonus sociale idrico 2018 per la fornitura di acqua agli utenti domestici residenti in condizioni di disagio economico sociale.

  • Deliberazione 227/2018/R/idr recante “Modalità applicative del bonus sociale idrico per gli utenti domestici economicamente disagiati”
  • Deliberazione 198/2018/A di approvazione dell'atto integrativo alla convenzione tra l'Autorità e l'Anci per le attività di sviluppo del sistema di gestione delle agevolazioni sulle tariffe energetiche (SGAte) funzionali alla prima operatività del bonus idrico.

Dal prossimo 1 luglio le famiglie a basso reddito, in possesso dei requisiti previsti dalla normativa, potranno richiedere, oltre al bonus elettrico e sul gas, uno sconto sulla bolletta idrica rispetto alle tariffe per le utenze domestiche applicate dal gestore locale.

 

CHI NE HA DIRITTO

Gli utenti domestici residenti con Indicatore di situazione economica equivalente (Isee):

  • inferiore a 8.107,50 euro
  • se si hanno più di 3 figli fiscalmente a carico, Isee inferiore a 20.000 euro

Possono usufruire automaticamente del bonus idrico i titolari di Carta Acquisti o di Carta ReI.

 

DOVE PRESENTARE DOMANDA

Al proprio Comune di residenza, o ai Caf delegati dal Comune.

I Comuni, per l’ammissione della domanda utilizzeranno il sistema informatico SGAte (Sistema di Gestione delle Agevolazioni sulle Tariffe Energetiche), che già consente di gestire le domande di bonus elettrico e/o gas.

Le modalità per presentare la domanda di accesso al bonus sociale idrico (acqua) e agli sconti per il pagamento delle bollette energetiche (luce e gas) sono le stesse.

 

TEMPISTICA E SCADENZE

La richiesta di Bonus per il solo 2018 potrà essere presentata (congiuntamente a quella per il bonus elettrico e/o gas) dal 1° luglio 2018.

Al richiedente verrà riconosciuto un ammontare una tantum a partire dal 1° gennaio 2018.

Il periodo di agevolazione viene calcolato a partire dal primo giorno del secondo mese successivo alla data di trasmissione delle informazioni da parte di SGAte al Gestore del SII.

Il soggetto competente a ricevere la comunicazione di ammissione alla compensazione nonché ad erogare la compensazione medesima è il Gestore del SII, cui sono demandati i controlli sul contratto di fornitura e sull’erogazione.

I bonus 2018 energia elettrica, gas e acqua valgono per 12 mesi, quindi un anno, al termine dei quali va presentata una nuova domanda per accedere all'agevolazione per il pagamento delle bollette utenze.

 

A QUANTO AMMONTA LO SCONTO

Lo sconto in bolletta è pari al costo di 18,25 mc annui (equivalenti a 50 litri al giorno, cioè il quantitativo minimo stabilito per legge per il soddisfacimento dei bisogni personali) per ciascun componente del nucleo familiare.

  • Nel caso di utenza diretta (cioè utenti finali titolari di un contratto di fornitura del servizio idrico integrato) lo sconto viene erogato direttamente in bolletta.
  • Nel caso di utenza indiretta (cioè la famiglia che vive in un condominio e non ha un contratto proprio di fornitura idrica) il Bonus sociale viene erogato in un’unica soluzione dal gestore del servizio idrico con modalità individuate da quest’ultimo (ad esempio su conto corrente o con assegno circolare non trasferibile).

 

MODULISTICA

La modulistica da utilizzare sarà resa disponibile sul sito internet dell'ARERA, sul sito del gestore e sul sito dedicato dell'Anci (www.sgate.anci.it).